Scopri se il tuo regalo di Natale per i clienti sarà un successo o no! (A proposito, hai già preso il TUO regalo?)

N.B. Se resisti fino in fondo all’articolo ti faccio un regalo 😉

Quando ricevi un regalo da un tuo partner lavorativo, lo getti nel cestino o lo conservi gelosamente e ne vai fiero?

Siamo a Natale e, come ben sai, è il periodo dell’anno peggiore per il portafogli: tasse, anticipi e regali. Saltare l’anticipo è fattibile e spesso compensabile l’anno successivo, ma non fare i regali natalizi ai clienti potrebbe essere secondo alcuni irreparabile (di peggio c’è solo non fare un bel regalo alla moglie o all’amante, anche se, come sostiene un mio conoscente che vende Yacht ai Russi, l’unica donna “per sempre nella vita di un uomo” è la figlia 🙂 ).

Non voglio convincerti dell’importanza del “pensierino”, perché ormai i giochi sono fatti e, se non hai spedito o consegnato nulla fino ad oggi, è troppo tardi per recuperare (anche se l’anno prossimo ne potrai mandare due 😉 ). Voglio solo ragionare sull’effetto che il tuo dono avrà.

Tra i tuoi clienti ci sono sicuramente dei veri protagonisti della stagione che si sta per concludere, ai quali non puoi non fare (o hai deciso di fare) un regalo. E’ vero che hai dato tutto l’anno servizi impeccabili e prodotti di valore ma un pensierino non può assolutamente mancare, per dimostrare loro quanto ti stiano a cuore. Spendere del tempo per preparare qualcosa per qualcuno è molto spesso apprezzato. 

Attenzione però che la buona intenzione potrebbe rivelarsi una cattiva idea. Ho ricevuto molti regali dai fornitori in questi anni, ma gli unici che mi hanno colpito e ho tenuto sono due: una bellissima biro d’argento con inciso il mio nome e cognome, che uso tuttora, e un apribottiglie in legno  intarsiato che ho sempre nel cassetto della cucina e che uso quasi quotidianamente.

Ma cosa succede se si dimenticano di chi lo ha regalato?

A oggi, posso dirti con esattezza chi me li ha regalati e pensa a loro molto spesso (grazie Gianvito e Rodolfo). Sono stati regali memorabili. Nella mia vita ho cambiato centinaia di penne e cavatappi, ma ti assicuro che questi oggetti sono entrati nel mio quotidiano.

Su nessuno dei due oggetti c’è stampato il logo di chi me lo ha regalato. Molte aziende invece tendono a stampare il loro nome sui prodotti “pubblicitari”. John Coleman, esperto di gestione del rapporto con la clientela, dice:

“Non pensare che il tuo regalo vada direttamente nel cestino. Se il dono è pensato proprio per quella persona, lei non si dimenticherà mai di chi glielo ha donato. Se invece è un oggetto insignificante, non adatto a chi lo riceve, impersonale, allora stampa il logo della tua azienda, così lo spazzino saprà di chi è quando lo troverà nella spazzatura!”.

Cosa hanno in comune i regali memorabili?

 Quanti regali hai ricevuto il Natale scorso? Quanti auguri al tuo compleanno?

Mandare un regalo  ha questo scopo: far sì che il cliente noti la gentilezza, sia riconoscente  e se ne ricordi per molto tempo.

L'effetto ideale sarebbe che il cliente:

  • rimanga stupito del dono;
  • lo apprezzi;
  • lo utilizzi;
  • si ricordi di chi glielo ha donato.

Il periodo delle vacanze o delle feste in generale è contro intuitivamente il  momento peggiore di farlo. Se vuoi fare un gesto memorabile non puoi farlo quando lo fanno tutti e non hai l’unicità dalla tua parte. Ringrazia il cliente durante tutto l’anno e non solo quando sei “obbligato” a farlo. Usa dei momenti “anonimi” per essere memorabile. Rispondi a questa domanda prima di agire:“Cosa, come e quando devo fargli un regalo perché sia il più possibile “sentito”?

LINEE GUIDE PER UN “APPREZZAMENTO STRATEGICO”

Ecco qui alcune linee guida per stupire chiunque riceva da te un regalo (e non dimenticarti chi ti  dà la propria referenza) tratte da profitguide.com:

OGGETTI CON IL LOGO SERVONO PER PUBBLICIZZARSI, NON SONO UN REGALO. Puoi sempre dare alla gente oggetti con il tuo logo, ma sappi che non sono intesi come dei “veri” regali. Comunque gli oggetti con un significato verranno sempre ricordati.

INCLUDI ANCHE I LORO CARI. Pensa ad un regalo che possano utilizzare insieme alla moglie e qualcuno della famiglia.

E’ UN REGALO, NON UNA TANGENTE. Una cena in un ristorante carino oppure un pensierino semplice vanno sempre bene. Non esagerare, ricordati che è un regalo di Natale per i clienti: qualcosa di troppo costoso metterebbe a disagio chi lo riceve.

PERSONALIZZA. Prenditi il tempo per personalizzare il tutto, magari con un bigliettino scritto a mano che riporta il nome del destinatario. Ricordati che per avere l’effetto desiderato non vale “uno uguale per tutti”. Scegli qualcosa che faccia capire che è stato scelto “pensando a lui”.

NON PROVARE A VENDERE. La cosa peggiore è quando ricevi qualcosa che include una proposta di vendita o qualche richiesta. Ringrazia il cliente per lavorare con te e basta.

APPREZZA IL CLIENTE QUANDO GLI ALTRI NON LO FANNO. L’ho già detto. Quando mandi un regalo durante le vacanze, finisci insieme a tutti gli altri. Se lo mandi a Gennaio o Aprile, sarai fuori dal coro!

NON RIGUARDA I SOLDI. Potresti mandare un video del tuo staff aziendale che ringrazia per la fiducia riposta, oppure una foto dei tuoi tecnici mentre lavorano ad un progetto. Inserire un tocco personale crea un qualcosa di “intimo” con il cliente, senza aver nulla a che fare con i soldi.

E ORA IL TUO REGALO DI NATALE COME PROMESSO:  ” I 7 ERRORI COMUNI NELLA VENDITA DEL TETTO”!

Scacciacrisi3D

Ora, applicando solo la regola A NATALE SIAMO TUTTI PIU’ BUONI, in regalo il report del valore di  7 €. Lo regalo a tutti, anche a chi l’ha già acquistato, e ora ti spiego come.

Il Report è stato lanciato a Dicembre ed è stato scaricato da 170 persone come te. Essendo la prima e unica guida che tratta di marketing e vendita in edilizia (precisamente del tetto), ha ottenuto finora un ottimo successo (e non ha neanche un mese di vita). Sono elencati i 7 errori che si fanno comunemente quando si propone un lavoro sul tetto.

Se hai già acquistato la guida manda una email a fabio@vendereiltetto.it con l’oggetto “RIMBORSO” e riceverai indietro il denaro.

Se non hai già acquistato scrivi una email a fabio@vendereiltetto.it con oggetto  “ACQUISTO GRATUITO” e ti spedirò la guida.

 

L’offerta è valida fino al 25 Dicembre compreso. Dopo tale data sono libero di aumentare il prezzo o modificare/eliminare  il Report a mia scelta.

Stai all’asciutto,

Fabio

 

About The Author

Enzo Volpi

Specialista di Vendita e Marketing in Edilizia

Commenta questo articolo e condividi